Seguici su

Sue – Accesso agli atti

Sue – Accesso agli atti

È il diritto di prendere visione e ad estrarre copia di documenti amministrativi e grafici.

Riferimenti normativi utili

  • Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.
  • L. n. 241 del 7 agosto 1990 “Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.
  • È il diritto di prendere visione e ad estrarre copia di documenti amministrativi e grafici.
  • D.Lgs n. 29 del 3 febbraio 1993 “Razionalizzazione dell’organizzazione delle amministrazioni pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico impiego, a norma dell’articolo 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421”.
  • L. n. 150 del 7 giugno 2000 “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”.
  • Regolamento sul Diritto Accesso Agli Documenti Amministrativi del Comune di Ardea.
  • Deliberazione Giunta Comunale n.63 del 23/09/2014

Ufficio a cui rivolgersi per informazioni

UFFICIO ACCESSO AGLI ATTI (SU “TUPASSI”)

(si prega di indicare nell’app.to il numero di pratica EDILIZIA e/o protocollo della stessa)

Martedi : 8.40 / 13.00 – 15.00 / 16.30

Giovedi : 8.40 / 13.00 – 15.00 / 16.30

Via Salvo d’Acquisto

email: uff.protocollo@comune.ardea.rm.it

PEC: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Allegati all’istanza e modulistica

Sue – Accesso formale agli atti

 1 file(s)  30.40 KB

Sue – Accesso informale agli atti amministrativi

 1 file(s)  23.69 KB

Il rilascio delle copie degli atti richiesti può avvenire nei 30 giorni successivi alla presentazione della richiesta esclusivamente previa compilazione completa ed esaustiva della indicazione esatta del n. di Licenza/Concessione edilizia e/o Permesso di Costruire da rilevare eventualmente su documentazione in possesso del richiedente e/o delegato (atto di proprietà e/o altro). Decorsi inutilmente trenta giorni dalla  richiesta, questa si intende respinta (come previsto dall’art.25 comma 4 L. 241/1990).

Ai sensi dell’art. 3 del DPR 184/2006, l’ufficio è tenuto a dare comunicazione agli eventuali controinteressati, mediante l’invio di copia con raccomandata A.R. dell’accesso. Entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione questi possono proporre una motivata opposizione che sarà valutata dall’ufficio.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell’interessato e modi per attivarli:

In caso di diniego dell’accesso, espresso o tacito, o di differimento dello stesso ai sensi dell’art. 24, comma 4 della Legge 241/1990, il richiedente può proporre, entro i successivi 30 giorni, ricorso al Tar Lazio, secondo quanto stabilito dall’art. 25 comma 4 della Legge 241/1990, ovvero chiedere, nello stesso termine, al difensore civico competente per  ambito territoriale, ove  costituito, che sia riesaminata la suddetta determinazione. Qualora tale organo non sia stato istituito, la competenza è attribuita al difensore civico competente per  l’ambito territoriale immediatamente superiore.

torna all'inizio del contenuto