Seguici su

Notizie

27 Maggio 2020

Avviso pubblico: Progetto sperimentale in materia di vita indipendente per persone con disabilità

Si rende noto che a decorrere dal giorno 26 maggio è possibile presentare la propria istanza/candidatura per accedere al contributo di cura per progetti di “Vita Indipendente”.
1. OGGETTO DELL’INTERVENTO
Il progetto di vita indipendente intende fornire un intervento di aiuto indiretto alla persona disabile attraverso l’erogazione di un contributo economico volto a sostenere percorsi di autonomia e di socializzazione compreso l’abitare autonomo, all’interno di progetti che coinvolgono diverse dimensioni della vita quotidiana.
Il concetto di vita indipendente rappresenta, per le persone con disabilità, la possibilità di vivere con piena consapevolezza, assumendosi la responsabilità delle proprie scelte nel perseguire, alla pari con gli altri, la propria autonomia personale.
A tale scopo, occorre far si che le persone con disabilità abbiamo la possibilità di scegliere il proprio luogo di residenza, dove e con chi vivere, qualora vogliano modificare la loro attuale sistemazione domiciliare. Le stesse devono poter avere accesso ad una serie di servizi a domicilio o residenziali e ad altri servizi sociali di sostegno, compresa l’assistenza personale necessaria per consentire loro di vivere maggiormente integrati nella società, al fine di impedire che siano isolate o vittime di segregazione.

Il pieno godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali, mira infatti a garantire alle persone con disabilità pari dignità ed uguaglianza con gli altri attraverso la piena inclusione della persona all’interno della società, la sua centralità e l’accrescimento della consapevolezza e della capacità di empowerment, in relazione alle proprie scelte.
Il percorso per la vita indipendente, è rivolto pertanto allo sviluppo progressivo dell’autonomia della persona destinataria dell’intervento, ha natura flessibile ed adattiva ed è realizzabile in ragione delle capacità, potenzialità e necessità della persona, in adesione al principio della massima personalizzazione della risposta. Tale percorso si realizza attraverso l’accompagnamento della persona da parte dei servizi pubblici e privati in integrazione tra loro.
Il servizio è finalizzato principalmente al raggiungimento da parte della persona disabile dei seguenti obiettivi:
a. sostegno verso processi di autonomia;
b. inserimento ed integrazione sociale;
c. miglioramento della qualità della vita;
d. sollievo alla rete familiare.

2. DESTINATARI
Possono presentare domanda di ammissione le persone che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, oppure in uno Stato appartenente all’Unione Europea, oppure cittadinanza in uno Stato non appartenente all’Unione Europea per i cittadini muniti di permesso di soggiorno CE ai sensi del D.lgs. n. 286/98 e ss.mm.ii.;
b) residenza in uno dei comuni compresi nel Distretto Socio-Sanitario Roma 6.4 (Comuni di Ardea e Pomezia);
c) attestazione ISEE nucleo ridotto della persona disabile in corso di validità;
d) copia certificato attestante lo stato di handicap ai sensi legge 104/92 art.3 comma 3;
e) disabilità non determinata da naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità;
f) età compresa tra i 18 e i 64 anni;
g) assenza di ogni altro beneficio di componente sociale.
I requisiti soggettivi devono permanere per tutto il periodo dell’assegnazione del contributo. La perdita dei requisiti comporta l’esclusione dal beneficio.

(omissis …..)

9.MODALITÀ’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di accesso al contributo economico a favore di persone adulte disabili per la Vita  Indipendente, corredata dagli allegati richiesti, deve essere compilata dal diretto interessato o da chi ne cura gli interessi utilizzando il Modello di domanda – Allegato 1, e dovrà essere consegnata all’Ufficio Protocollo del rispettivo Comune di residenza:
Ufficio Protocollo Comune di Pomezia – Piazza dipendenza 1 – 00071; Comune di Ardea – Via Garibaldi n. 5 – 00040; o mezzo PEC all’indirizzo   uff.protocollo@comune.ardea.rm.itprotocollo@comune.pomezia.rm.it entro e non oltre le ore 12:00 del 25 giugno 2020.
Per informazioni e chiarimenti rivolgersi all’Ufficio di Piano della Gestione Associata per i Servizi Sociali del Distretto Socio Sanitario RM 6.4 c/o Servizi Sociali del Comune di Pomezia nei giorni di martedì e giovedì mattina ore 09.00-12.00; presso i Servizi Sociali del Comune di Ardea il giovedì mattina ore 09.00-11.00; presso il PUA nei giorni di lunedì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, martedì e giovedì dalle ore 14.00 alle ore 16.00; Mail: ufficiodipianorm6.4@comune.pomezia.rm.it – Gli uffici risponderanno mezzo mail e/o ai numeri di telefono di seguito specificati: Telefono Comune di Ardea 06/87764056 – Telefono PUA 06/93276153.

(Avviso completoModello di domandaInformativa PrivacyAutocertificazione stato famiglia)

Ultimi articoli

InformaComune 24 Novembre 2021

MISURE DI SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI ORGANI COLLEGIALI

OGGETTO: MISURE DI SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI ORGANI COLLEGIALI – INTEGRAZIONE DECRETO N.

Galleria prima pagina 23 Novembre 2021

CAMPAGNA DI INFORMAZIONE RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA

Continua la campagna di informazione sulla raccolta porta a porta.

torna all'inizio del contenuto