Seguici su

Notizie

24 Aprile 2020

Emergenza Coronavirus. Servizio di trasporto sociale d’emergenza per persone sole e non autonome che necessitano di terapie salvavita. NUMERO UNICO D’EMERGENZA 06.60300 (TASTO 7).

Il Comune di Pomezia, in qualità di Comune Capofila del Distretto Sociosanitario RM6.4 di cui Ardea è componente, ha sottoscritto la convenzione con la confraternita Misericordia di Pomezia per l’avvio del servizio di trasporto sociale d’emergenza per persone sole e non autonome che necessitano di raggiungere strutture specialistiche per effettuare terapie salvavita.

DESTINATARI

Cittadini residenti nei Comuni di Ardea e Pomezia che, a causa dell’emergenza Coronavirus, si trovano impossibilitate a muoversi autonomamente o con l’abituale accompagnatore verso strutture specialistiche per effettuare terapie salvavita, intese come “qualunque terapia che si debba assumere cronicamente” (circolari INPS in merito, in particolare la circolare dell’INPS del 2016 recante “Linee guida in attuazione del decreto del ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il ministro della salute, 11 gennaio 2016, previsto dall’art. 25 del d. lgs. 14 settembre 2015, n. 151”).

In particolare il servizio è rivolto a soggetti con patologie riconducibili esclusivamente alle due categorie di seguito specificate:

a) Patologie gravi che richiedono terapie salvavita.
b) Stati patologici riconducibili e assimilabili alle terapie salvavita.

Nella fattispecie delle terapie salvavita, vanno incluse non solo le terapie che nell’immediato possano “salvare la vita”, ma anche quelle che agite cronicamente non siano procrastinabili, perché sostitutive di funzioni fisiologiche (ad es. la dialisi nell’insufficienza renale) ovvero che salvaguardano dalla progressione della malattia che altrimenti conduce inevitabilmente alla morte. In tale ultimo caso certamente rientrano i soggetti che effettuano terapie oncologiche o trasfusioni periodiche, i soggetti assistiti che debbono effettuare visite urgenti, quindi correlabili alla adozione consequenziale di interventi diagnostici e terapeutici altrettanto urgenti.
Sono escluse le situazioni in cui vi sia un provvedimento di isolamento del soggetto medesimo per sospetto Covid-19 o contatto a rischio, in quanto in tale circostanza il trasporto deve avvenire con mezzi e personale appropriati, seguendo percorsi creati ad hoc e condivisi con i servizi sanitari.

MODALITÀ DI ACCESSO

Sarà possibile attivare tale beneficio su segnalazione degli Enti del Terzo Settore che operano nell’emergenza e che vengono a contatto con situazioni di disagio e fragilità, nonché dal Segretariato Sociale, dal PIS, dal servizio sociale professionale, dal PUA, dai CAF.

Per i cittadini che ne hanno bisogno, per sé o per propri familiari/conoscenti, è possibile contattare il

NUMERO UNICO D’EMERGENZA 06.60300 (TASTO 7)

Il Servizio sarà erogato per il periodo di emergenza e pertanto, salvo diverse disposizioni normative, fino al 31 luglio 2020. Il servizio non prevede alcun contributo da parte del richiedente.

Ultimi articoli

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

PARTITI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADALE A TOR SAN LORENZO E LIDO DEI PINI

Sono partiti i lavori di riqualificazione e rifacimento del manto stradale di importanti arterie come la porzione di lungomare che va da Tor San Lorenzo a Lido dei Pini (confine comunale) e di Via del Pettirosso e Viale Nuova California.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

ARDEA-POMEZIA, NASCE IL CONSORZIO DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM 6.4

Parte la rivoluzione dei servizi socio-sanitari per i cittadini più fragili Nasce il Consorzio per la gestione degli interventi e dei servizi sociali del Distretto socio-sanitario RM 6.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

CONTEST “MOBILITARTE, PASSEGGIANDO PER LE VIE DI ARDEA”

Per continuare a parlare del tema della mobilità, il comune di Ardea ha organizzato un contest dal titolo “MobilitArte” in cui giovani artisti si cimenteranno con la street-art dando vita a opere sul tema “Mobilità, passeggiando per le vie di Ardea”.

InformaComune 14 Ottobre 2021

CAREGIVER FAMILIARI. CREAZIONE DELL’ELENCO FORMALE

Con Deliberazione di Giunta Regionale n 341 del 08/06/2021 la Regione Lazio ha provveduto a riconoscere formalmente il ruolo e l’impegno di cura del “caregiver familiare” come componente informale ed essenziale del sistema dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari in favore della persona con disabilità o non autosufficienza.

torna all'inizio del contenuto