Seguici su

Tributi locali

24 Dicembre 2020

Rateizzazioni

Per i debiti di natura tributaria per i quali sia stato emesso regolare avviso di accertamento entro il 31 dicembre 2019, il contribuente, accettando la pretesa tributaria, può richiedere al Comune il pagamento dilazionato dello stesso. Il recupero del tributo evaso avviene mediante pagamento alle condizioni previste dalla Deliberazione del Consiglio Comunale n. 60 del 17/07/2015.

In osservanza dei commi 796 e ss., dell’art. 1, della Legge n. 160/2019, a decorrere dal 1° gennaio 2020 e con effetto sui soli atti emessi dalla predetta data, si applicano le seguenti disposizioni sulle dilazioni di pagamento, relativamente ai debitori di somme certe, liquide ed esigibili, aventi e non aventi natura tributaria, a condizione che i debitori stessi versino in una condizione di temporanea ed obiettiva difficoltà:

a) fino a euro 100,00 nessuna rateizzazione;
b) da euro 100,01 a euro 500,00 fino a quattro rate mensili;
c) da euro 500,01 a euro 3.000,00 da cinque a dodici rate mensili;
d) da euro 3.000,01 a euro 6.000,00 da tredici a ventiquattro rate mensili;
e) da euro 6.000,01 a euro 20.000,00 da venticinque a trentasei rate mensili; f) oltre euro 20.000,00 da trentasette a sessanta rate mensili.

In caso di comprovato peggioramento della situazione di cui al comma precedente, la dilazione concessa può essere prorogata una sola volta, per un ulteriore periodo che non può comunque superare la massima rateazione concedibile per lo scaglione di riferimento, a condizione che non sia intervenuta la decadenza dal beneficio della rateizzazione ai sensi del successivo comma.

La procedura di rateizzazione si perfeziona col pagamento della prima rata, con conseguente sospensione delle misure cautelari già avviate e le procedure esecutive in atto che verranno comunque riattivate a seguito della decadenza del beneficio.

In caso di mancato pagamento, dopo espresso sollecito, di due rate anche non consecutive nell’arco di sei mesi nel corso del periodo di rateazione, il debitore decade automaticamente dal beneficio e il debito non può più essere rateizzato. L’intero importo ancora dovuto è immediatamente riscuotibile in unica soluzione.

La rateazione di cui ai commi 3 e ss. del presente articolo è concessa alle seguenti condizioni e limiti:

a) inesistenza di morosità relative a precedenti rateazioni o dilazioni, anche riferite agli atti di cui al comma 1. Il carico può essere nuovamente rateizzato se, all’atto della presentazione della richiesta, le rate scadute alla stessa data vengono integralmente saldate.

b) essere in regola con piani di rateizzazione già concessi e non essere incorsi in casi di decadenza così come disciplinati dal presente Regolamento;

c) applicazione degli interessi di rateazione nella misura prevista dalle leggi, o in mancanza, nella misura legale;

d) esclusione della possibilità di concedere ulteriori rateazioni o dilazioni nel pagamento della singola rata.

I richiedenti comprovano la situazione di temporanea ed obiettiva difficoltà economica presentando idonea documentazione da cui si evinca un eccessivo carico tributario, una grave situazione economica e reddituale, scarsa liquidità, perdita di occupazione negli ultimi 12 mesi, chiusura attività anche temporanea per eventi straordinari, ed altre situazioni similari. Tutte le dichiarazioni rese ai sensi del presente comma potranno essere sottoposte a verifica o controllo da parte dell’Ufficio preposto.

Nel caso in cui l’ammontare del debito risulti superiore a 20.000/00 euro è necessaria la previa presentazione di idonea garanzia (garanzia fideiussoria, ipoteca volontaria, ecc.).

Le rate mensili nelle quali il pagamento è stato dilazionato ai sensi dei commi precedenti, scadono l’ultimo giorno del mese, salvo i casi indicati dalla Legge.

Modello istanza di rateizzazione

Ultimi articoli

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

PARTITI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADALE A TOR SAN LORENZO E LIDO DEI PINI

Sono partiti i lavori di riqualificazione e rifacimento del manto stradale di importanti arterie come la porzione di lungomare che va da Tor San Lorenzo a Lido dei Pini (confine comunale) e di Via del Pettirosso e Viale Nuova California.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

ARDEA-POMEZIA, NASCE IL CONSORZIO DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM 6.4

Parte la rivoluzione dei servizi socio-sanitari per i cittadini più fragili Nasce il Consorzio per la gestione degli interventi e dei servizi sociali del Distretto socio-sanitario RM 6.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

CONTEST “MOBILITARTE, PASSEGGIANDO PER LE VIE DI ARDEA”

Per continuare a parlare del tema della mobilità, il comune di Ardea ha organizzato un contest dal titolo “MobilitArte” in cui giovani artisti si cimenteranno con la street-art dando vita a opere sul tema “Mobilità, passeggiando per le vie di Ardea”.

InformaComune 14 Ottobre 2021

CAREGIVER FAMILIARI. CREAZIONE DELL’ELENCO FORMALE

Con Deliberazione di Giunta Regionale n 341 del 08/06/2021 la Regione Lazio ha provveduto a riconoscere formalmente il ruolo e l’impegno di cura del “caregiver familiare” come componente informale ed essenziale del sistema dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari in favore della persona con disabilità o non autosufficienza.

torna all'inizio del contenuto