Seguici su

Avvisi

19 Gennaio 2024

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER CONFERIMENTO DI INCARICO A TEMPO DETERMINATO AL PERSONALE COLLOCATO IN QUIESCENZA, AI SENSI DELL’ART. 10 DEL D.L. 30 APRILE 2022, N.36, CONVERTITO NELLA LEGGE 29 GIUGNO 2022, N.79

IL DIRIGENTE

AREA 1 AMMINISTRATIVA

Decreto sindacale n. 6 del 27 febbraio 2023

In esecuzione della determinazione dirigenziale n. 41 del 19/01/2024 di approvazione del presente avviso,

PREMESSO che:

– al fine di favorire la piena attuazione delle misure previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, nonché la realizzazione degli interventi previsti nel Piano nazionale per gli investimenti complementari, nei programmi di utilizzo dei Fondi per lo sviluppo e la coesione e negli altri piani di investimento finanziati con fondi nazionali o regionali, l’art.10 del decreto – legge 30 aprile 2022, n.36, coordinato con la legge 29 giugno 2022, n.79, recante: “Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) ha stabilito, al comma 1, che, fino al 31 dicembre 2026, le Amministrazioni, incluse le regioni e gli enti locali, possono conferire incarichi retribuiti al personale in quiescenza, introducendo una deroga al divieto di cui all’art. 5, comma 9, del decreto – legge 6 luglio 2012, n. 95 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135;

– tale deroga è ammessa, ai sensi dell’art.7, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni, secondo le condizioni e i limiti generali per la legittimità del conferimento degli incarichi individuali, a tempo determinato, con contratti di lavoro autonomo, ad esperti da parte di pubbliche amministrazioni e non possono dare corso ad assunzioni, neppure a tempo determinato.

CONSIDERATO che possono essere conferiti, in particolare, i seguenti incarichi: “progettazione, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori, direzione dell’esecuzione, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, di collaudo, nonché gli incarichi che la stazione appaltante ritenga indispensabili a supporto dell’attività del responsabile unico del procedimento”. Possono inoltre essere conferiti anche gli incarichi di RUP, ma a condizione che siano presenti “particolari esigenze alle quali non è possibile far fronte con personale in servizio e per il tempo strettamente necessario all’espletamento delle procedure di reclutamento del personale dipendente”.

RILEVATO che per gli incarichi conferiti in base alla deroga di cui al citato art. 10, comma 1, resta fermo il rispetto dei limiti delle risorse finanziarie già destinate, nel bilancio dell’amministrazione, al conferimento di incarichi ai sensi dell’articolo 7, comma 6, del D.Lgs. n. 165/2001 nonché l’inserimento degli stessi nell’ambito del programma triennale per l’affidamento degli incarichi di collaborazione, ai sensi dell’articolo 3, comma 55, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

DATO ATTO che:

– il citato art. 10, comma 4-bis, prevede che nel contratto di assunzione deve essere espressamente dichiarata l’insussistenza del conflitto di interessi fra le mansioni attribuite dalla Pubblica Amministrazione e l’esercizio dell’attività professionale;

– in ogni caso, qualora le Amministrazioni ravvisino potenziali conflitti di interessi nell’esercizio dell’attività del professionista, si deve finanche inserire la sospensione dall’Albo di appartenenza e dall’esercizio dell’attività professionale per tutta la durata del rapporto di lavoro con l’Ente Pubblico.

EVIDENZIATO come il Comune di Ardea si trovi in difficoltà di utilizzare il personale in forza al Comune stesso, in importante carenza di organico e, pertanto, spesso nella impossibilità di fare ricorso a risorse umane interne per il compimento di attività e di progettualità specifici, legati ad esigenze di carattere straordinario.

CONSIDERATO che, in attesa che l’Amministrazione dia piena e completa attuazione alla programmazione di incremento dell’organico, si rende necessario individuare soluzioni alternative al fine di dare attuazione alle misure previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

RITENUTO, pertanto, in attuazione delle sopra citate normative, di avvalersi della collaborazione di personale in quiescenza, che deve avere le particolari competenze tecniche e specialistiche richieste dall’oggetto dell’incarico.

VISTI:

– il D.Lgs n.267/2000 e ss.mm.ii.;

– il D.Lgs. n.165/2001 e ss.mm.ii.;

– l’art.10 del decreto – legge 30 aprile 2022, n.36 coordinato con la legge 29 giugno 2022, n.79;

– il decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36;

– lo Statuto comunale;

– il Regolamento di ordinamento degli uffici e dei servizi

RENDE NOTO

Che il Comune di Ardea, ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 del decreto – legge 30 aprile 2022, n.36 coordinato con la legge 29 giugno 2022, n.79, intende procedere, secondo i criteri e le modalità come di seguito riportati, ad acquisire manifestazioni di interesse per il conferimento di incarico a tempo determinato, al personale collocato in quiescenza, già dipendente dell’Ente o di altre Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e ss.mm.ii., comunque di durata non superiore al 31dicembre 2026, al fine di favorire la piena attuazione alle misure previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza nonché la realizzazione degli interventi previsti nel Piano nazionale per gli investimenti complementari, nei programmi di utilizzo dei Fondi per lo sviluppo e la coesione e negli altri piani di investimento finanziati con fondi nazionali o regionali.

Art. 1.

OGGETTO DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

La presente procedura è finalizzata alla formazione di un elenco dei soggetti interessati al conferimento di un incarico a tempo determinato al personale collocato in quiescenza.

Art. 2

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

Sono ammessi a partecipare i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

1. essere stato dipendente a tempo indeterminato del Comune di Ardea o di un’altra pubblica amministrazione di cui all’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e ss.mm.ii.;

2. essere stato collocato in quiescenza;

3. godere dei diritti civili e politici e non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo;

4. non avere riportato condanne penali o provvedimenti o procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, l’affidamento dell’incarico funzionale con la pubblica amministrazione;

5. sussistenza dei requisiti generali di idoneità morale.

Tutti i requisiti di cui sopra devono essere in possesso degli interessati alla data di presentazione della domanda. Qualora sia accertata la mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti, sarà disposta l’esclusione dalla partecipazione alla procedura, la cancellazione dall’elenco e la decadenza dall’incarico se già conferito.

Art. 3

RAPPORTO DI LAVORO

Le prestazioni lavorative oggetto dell’incarico potranno essere a titolo oneroso e qualora sia prevista copertura finanziaria da incentivi, saranno costituite e regolate attraverso la sottoscrizione di apposito disciplinare d’incarico in cui deve esserne preventivamente determinata la durata.

L’incarico avrà durata temporanea correlata alla realizzazione dell’opera oggetto dello stesso e comunque non superiore al 31 dicembre 2026.

Ai fini della formalizzazione, sarà necessaria la preventiva acquisizione e verifica di apposita dichiarazione circa l’insussistenza di situazioni di conflitto di interessi, anche potenziali, rispetto allo svolgimento dell’incarico, da allegarsi al relativo disciplinare.

Nel contratto di affidamento dell’incarico deve essere espressamente dichiarata l’insussistenza del conflitto di interessi fra le mansioni attribuite dall’Ente e l’eventuale esercizio dell’attività professionale. Inoltre, qualora l’Amministrazione ravvisi potenziali conflitti di interessi nell’esercizio dell’attività dell’incaricato, deve essere prevista la sospensione dall’albo di appartenenza e dall’esercizio dell’attività professionale per tutta la durata dell’incarico con l’Ente Pubblico.

Le attività oggetto dell’incarico devono svolgersi in forma autonoma, senza vincolo di subordinazione o coordinamento con il Comune di Ardea e senza continuità nell’esecuzione delle prestazioni nonché senza vincolo di orari e di presenza prestabiliti.

Le suddette attività non prevedono alcun inserimento stabile nell’organizzazione e nella gestione dell’Ente.

L’Amministrazione potrà corrispondere compensi purché nel rispetto di specifiche condizioni di rimborsabilità tramite il sistema Regis. L’assegnazione di un Codice unico di progetto (CUP) e dei relativi Codici identificativi di gara (CIG), quali codici di identificazione adottati per garantire la trasparenza e la tracciabilità dei flussi finanziari sono da riportare sulle fatture elettroniche.

In particolare, per quanto concerne la disciplina in materia fiscale, contributiva dell’ex dipendente collocato a riposo bisogna fare riferimento a quello di “lavoro autonomo professionale” avendo lo stesso dipendente un titolo professionale per svolgere l’incarico che comporta l’apertura di una partita Iva, data anche la natura dell’incarico di RUP non considerabile in una sola prestazione.

L’operazione potrebbe essere configurata anche non soggetta a ritenuta alla fonte a titolo di acconto ai sensi dell’art. 1, comma 67, L. n. 190/2014 e ss.mm.ii..

Per quanto concerne gli obblighi del sostituto d’imposta ai sensi del d.P.R. n. 600/1973 questo Ente dovrà operare sulla base del regime fiscale del professionista.

Occorre anche la sussistenza dell’obbligo di iscrizione dell’incaricato alla Gestione Separata INPS se l’importo dovesse superare i 5 mila euro, qualora l’ex dipendente non sia iscritto alla cassa pensionistica dell’albo degli architetti, salvo regimi fiscali e contributivi agevolati.

In ottemperanza alla vigente normativa sulla privacy, l’incaricato deve impegnarsi al vincolo di riservatezza su decisioni, informazioni, notizie e dati di ogni tipo dei quali l’incaricato potrebbe venire a conoscenza per motivi legati all’incarico.

Art. 4

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: MODALITÀ

Coloro che intendano manifestare il proprio interesse al conferimento dell’incarico in esame possono trasmettere la propria domanda, secondo lo schema allegato al presente avviso, debitamente sottoscritta e compilata secondo le modalità di seguito esplicitate, allegando obbligatoriamente, qualora la domanda non sia firmata digitalmente, la fotocopia di un documento di identificazione personale in corso di validità ed il curriculum vitae in formato europeo, da cui si evinca il possesso dei requisiti richiesti dal presente avviso.

Il curriculum vitae, debitamente datato e sottoscritto, dovrà contenere, altresì, la dichiarazione di veridicità ed esattezza di tutti i dati dichiarati, resa ai sensi del d.P.R. n. 445/2000 e la contestuale assunzione di responsabilità in merito ad eventuali sanzioni penali in caso di dichiarazioni mendaci ovvero di formazione o uso di atti falsi ( art. 76 d.P.R. n. 445/2000).

L’accertamento della mancanza dei requisiti prescritti per l’ammissione comporta, in qualunque tempo, l’esclusione dalla partecipazione al presente avviso, la cancellazione dall’elenco e la decadenza/risoluzione dall’incarico se già conferito.

La manifestazione di interesse dovrà riportare la seguente dicitura MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER CONFERIMENTO DI INCARICO A TEMPO DETERMINATO AL PERSONALE COLLOCATO IN QUIESCENZA, AI SENSI DELL’ART. 10 DEL D.L. 30 APRILE 2022, N.36, CONVERTITO NELLA LEGGE 29 GIUGNO 2022, N.79” e dovrà essere indirizzata e fatta pervenire, entro le ore 12 del 19 febbraio 2024, a mezzo posta certificata (PEC) al seguente indirizzo: uff.protocollo@pec.comune.ardea.rm.it

Non saranno prese in considerazione le manifestazioni pervenute mediante altri metodi di spedizione e recapito diverso da quello indicato.

La validità dell’invio telematico è subordinata all’utilizzo da parte dell’interessato di una casella di posta elettronica certificata (PEC).

A tal fine, la domanda di manifestazione di interesse dovrà essere sottoscritta dall’interessato con firma digitale oppure con firma autografa e, in tal caso, con scansione fronte/retro di un valido documento di identità.

Con la sottoscrizione e l’inoltro della manifestazione di interesse si intendono implicitamente accettate le condizioni del presente avviso.

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella manifestazione che nell’allegato curriculum hanno valore, ai sensi delle disposizioni del d.P.R. n. 445/2000, di dichiarazioni sostitutive di certificazione (articoli 43 e 46) e di dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà (articoli 47 e 38); nel caso di falsità in atti e dichiarazioni mendaci si applicano le sanzioni penali previste dall’art. 76 del citato decreto.

Il Comune di Ardea si riserva, in ogni caso, di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dagli

interessati ai sensi dell’art. 71 del d.P.R. n. 445/2000, anche successivamente all’eventuale attribuzione dell’incarico. Se dagli accertamenti emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese nella manifestazione e nel curriculum, l’autore, a prescindere dai profili di responsabilità di carattere penale, perderà, in qualsiasi tempo, il beneficio acquisito in base alla dichiarazione non veritiera e l’Ente si riserva di risolvere, senza preavviso, il contratto eventualmente già stipulato.

Art. 5

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e dell’art. 13 del GDPR (Regolamento UE 2016/679), i dati forniti dagli interessati sono raccolti dal Comune di Ardea per le sole finalità connesse all’espletamento della presente procedura e successivamente all’incarico conferito, sono trattati per le finalità inerenti la gestione del rapporto instaurato con l’Ente mediante supporto sia cartaceo che informatico.

L’informativa relativa al trattamento dei dati personali, inerente anche alle selezioni pubbliche, è pubblicata sul sito internet dell’Amministrazione comunale al seguente link

https://www.comune.ardea.rm.it/adempimenti-normativi/privacy/

Art. 6

FORMAZIONE ELENCO, CRITERI E PROCEDURA DI VALUTAZIONE PER AFFIDAMENTO DELL’INCARICO

La procedura per l’affidamento dell’incarico oggetto del presente avviso è aperta ed è finalizzata alla creazione di un elenco di interessati.

La valutazione delle candidature pervenute sarà effettuata dai Responsabili di direzione delle Aree del Comune di Ardea.

L’esclusione, per difetto dei requisiti previsti, può essere disposta in qualsiasi momento, con provvedimento motivato del Responsabile di direzione dell’Area di riferimento interessata del Comune di Ardea.

Il Responsabile di direzione dell’Area di riferimento interessata del Comune di Ardea, verificati la rispondenza del profilo ed il possesso di eventuali abilitazioni occorrenti nonché valutate le particolari competenze tecniche e specialistiche richieste dall’oggetto dell’incarico e l’esperienza maturata in merito alla stessa tipologia d’incarico, provvederà al conferimento dell’incarico attraverso l’adozione di un’apposita determinazione, nel rispetto dei criteri, condizioni e modalità precedentemente riportate. Il predetto conferimento dell’incarico avverrà nel rispetto delle norme previste dall’art.15 del D.Lgs. n.36/2023 tramite affidamento diretto o procedura negoziata, entro i limiti consentiti dalla legislazione vigente.

Art. 7

PUBBLICITA’ E DISPOSIZIONI FINALI

Il presente avviso non è vincolante per l’Amministrazione. Per quanto non previsto dal presente avviso viene fatto riferimento alle vigenti norme legislative, contrattuali e regolamentari.

Il presente avviso è consultabile:

– all’Albo Pretorio on line del Comune di Ardea;

– sul sito istituzionale dell’Ente https://comune.ardea.rm.it/ in Amministrazione Trasparente Sezione Bandi di concorso.

Di ogni ulteriore informazione e comunicazione relative all’Avviso, sarà data diffusione sul sito internet del Comune.

Per eventuali informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi ai seguenti contatti dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00 ed il martedì/giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30:

Tel.: 06913800 poi digitare 134-135 e-mail: uff.personale@comune.ardea.rm.it

Il Segretario Generale
Dirigente ad interim Area 1 Amministrativa
Alessandra Giovinazzo

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 41/2024

AVVISO MANIFESTAZIONE INTERESSE FIRMATO DIGITALMENTE

MODELLO DI DOMANDA (formato pdf)

MODELLO DI DOMANDA (formato editabile)

Ultimi articoli

Elettorale 20 Febbraio 2024

Elezioni Europee 2024, entro l’11 marzo i cittadini comunitari residenti ad Ardea possono presentare domanda per esercitare il diritto di voto

COMUNE DI ARDEA Caro elettore / Cara elettrice, in occasione delle prossime elezioni europee (6-9 giugno 2024), Lei, in qualità di cittadino/a dell’Unione europea qui residente, può, se vuole, esercitare in questo Comune il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’ltalia, presentando apposita domanda.

torna all'inizio del contenuto