Seguici su

InformaComune

27 Aprile 2023

Prevenzione effetti del favismo – Comunicazioni e informazioni

Si rende noto che nel territorio comunale di Ardea risiedono persone affette da favismo e, per questo motivo, questo Ente, con proprie precedenti ordinanze sindacali – in particolar modo con l’ordinanza n. 71/2015 – ha già imposto, per alcune zone, il divieto di coltivazione di fave e piselli al fine di far fronte a specifiche richieste di cittadini affetti da tale problematica, volte alla tutela e alla salvaguardia della salute pubblica.

Le ordinanze prevedono anche che i titolari di tutte le attività commerciali, sia in sede fissa che su aree pubbliche che private, e i titolari di pubblici esercizi, diano corretta pubblicità della vendita di fave fresche, apponendo appositi cartelli di dimensioni minime 30 X 40 cm con la seguente dicitura: “Avviso per i cittadini a rischio di crisi emolitica da favismo: in questo esercizio commerciale sono esposte e/o in vendita fave fresche”.

Si ricorda, in merito al favismo, che trattandosi di situazioni endemiche e statisticamente significative solo per alcune zone del territorio nazionale, nulla è stato previsto con disposizioni generalizzate da parte delle Autorità Sanitarie centrali e regionali.

Per maggiori informazioni riguardo al territorio di Ardea e ai provvedimenti adottati, è possibile consultare la pagina web dedicata al favismo, cliccando qui.

Ultimi articoli

InformaComune 23 Febbraio 2024

“Comuni in Rete” contro la violenza di genere: ad Ardea una tappa del progetto della Procura di Velletri

Nella giornata di giovedì scorso, nell’Aula Consiliare “Sandro Pertini” del Comune di Ardea, ha avuto luogo una tappa dell’iniziativa “Comuni in Rete”, promossa dalla Procura della Repubblica di Velletri per sensibilizzare la popolazione contro la violenza di genere.

Elettorale 20 Febbraio 2024

Elezioni Europee 2024, entro l’11 marzo i cittadini comunitari residenti ad Ardea possono presentare domanda per esercitare il diritto di voto

COMUNE DI ARDEA Caro elettore / Cara elettrice, in occasione delle prossime elezioni europee (6-9 giugno 2024), Lei, in qualità di cittadino/a dell’Unione europea qui residente, può, se vuole, esercitare in questo Comune il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’ltalia, presentando apposita domanda.

torna all'inizio del contenuto