Seguici su

Senza categoria

26 Marzo 2018

Ardea, Consiglio approva presa d’atto variante nuclei abusivi

Il Consiglio comunale di Ardea ha approvato la delibera di presa d’atto della variante speciale di recupero dei nuclei abusivi di Valle Caia, Villaggio Ardeatino, Madonnina, Castagnetta, Castagnola, Banditella di Sotto, Acqua Ferrata. Si tratta di un atto che ha le sue origini nel 1983, quando venne approvata la loro perimetrazione con una delibera del Commissario prefettizio. “Ora aspettiamo solo che la nuova giunta regionale approvi la delibera definitiva – ha spiegato il sindaco di Ardea Mario Savarese – Grazie a questo atto ora si potrà parlare di sviluppo: sia per dare maggiori garanzie a chi già vive lì e sia per la quantità di spazi e servizi pubblici che è necessario realizzare. Ci sono in queste zone straordinarie aree di pregio che si possono valorizzare”.

Ultimi articoli

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

PARTITI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADALE A TOR SAN LORENZO E LIDO DEI PINI

Sono partiti i lavori di riqualificazione e rifacimento del manto stradale di importanti arterie come la porzione di lungomare che va da Tor San Lorenzo a Lido dei Pini (confine comunale) e di Via del Pettirosso e Viale Nuova California.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

ARDEA-POMEZIA, NASCE IL CONSORZIO DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO RM 6.4

Parte la rivoluzione dei servizi socio-sanitari per i cittadini più fragili Nasce il Consorzio per la gestione degli interventi e dei servizi sociali del Distretto socio-sanitario RM 6.

Galleria prima pagina 14 Ottobre 2021

CONTEST “MOBILITARTE, PASSEGGIANDO PER LE VIE DI ARDEA”

Per continuare a parlare del tema della mobilità, il comune di Ardea ha organizzato un contest dal titolo “MobilitArte” in cui giovani artisti si cimenteranno con la street-art dando vita a opere sul tema “Mobilità, passeggiando per le vie di Ardea”.

InformaComune 14 Ottobre 2021

CAREGIVER FAMILIARI. CREAZIONE DELL’ELENCO FORMALE

Con Deliberazione di Giunta Regionale n 341 del 08/06/2021 la Regione Lazio ha provveduto a riconoscere formalmente il ruolo e l’impegno di cura del “caregiver familiare” come componente informale ed essenziale del sistema dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari in favore della persona con disabilità o non autosufficienza.

torna all'inizio del contenuto