Seguici su

Comunicati stampa

31 Gennaio 2022

Una “nuova casa” per i cani randagi trovati sul territorio di Ardea

Sono iniziate oggi, con lo spostamento dei primi animali, le operazioni di trasferimento dei cani di Ardea finora ospitati all’interno del canile “Alba Dog” di Pomezia.

Nello specifico, a margine dell’approvazione degli atti amministrativi necessari e delle verifiche effettuate dagli Uffici competenti, è iniziato il “viaggio” dei cani verso la struttura “Valle Grande” di Roma, scelta dall’Ente per l’affidamento del servizio di custodia e mantenimento dei cani randagi catturati sul territorio di Ardea.

«Le operazioni – spiega il Comandante della Polizia Locale di Ardea, Antonello Macchi, che ha coordinato i primi spostamenti insieme al personale del Comando – si sono svolte regolarmente e senza tensioni, in collaborazione con i colleghi della Polizia Locale di Pomezia».

Il canile scelto, oltre a garantire i servizi essenziali per il benessere degli animali (quali l’alimentazione giornaliera, la pulizia quotidiana dei box, le disinfestazioni periodiche dei box e dell’intero canile, l’assistenza veterinaria e il trasporto dall’attuale canile al nuovo), vanta una esperienza ultradecennale nel settore, ma anche il possesso di ampi spazi verdi a disposizione degli animali e una notevole, costante e continuativa presenza di diverse associazioni di volontariato che si occupano di garantire il benessere stesso dei cani, oltre che di favorire le loro adozioni.

Basti pensare che nel 2020 sono stati circa 400 i cani adottati dalle famiglie a “Valle Grande”, mentre fino a novembre 2021 ne erano già stati affidati circa 270.

«Ringrazio il Comandante Macchi e i suoi collaboratori, che questa mattina, con la collaborazione della Polizia Locale di Pomezia, hanno dato inizio alle operazioni di trasporto di alcuni cani nella loro ‘nuova casa’ a Valle Grande – aggiunge l’Assessore Alessandro Possidoni -. Si tratta di una fase molto delicata che l’Amministrazione sta gestendo con la dovuta attenzione e per cui sarà necessario ancora qualche giorno: sono certo che i cani staranno bene nella loro nuova casa, grazie alle cure quotidiane degli operatori e delle Associazioni animaliste».

Vale la pena ricordare che gli Uffici dell’Ente stavano lavorando da diverse settimane per arrivare alla soluzione più efficace rispetto alla custodia dei cani trovati sul territorio di Ardea, garantendo prioritariamente trasparenza e miglioramento delle condizioni di vita dei cani, ma anche puntando ad assicurare un maggiore accesso dei volontari affinché potessero portare avanti il loro prezioso contributo. Il tutto per arrivare a stimolare le adozioni da parte di tutti coloro che hanno voglia e interesse ad avere con loro un “nuovo amico”.

«Il benessere dei nostri cani è sempre stato l’obiettivo principale che ci siamo posti nell’individuare la struttura che più di altre ci desse affidabilità – conclude il Sindaco di Ardea, Mario Savarese -. Nella scelta effettuata è stata posta molta attenzione all’indice di adozione degli animali, ossia alla loro breve permanenza nella struttura, effetto del continuo lavoro e impegno delle numerose Associazioni che collaborano con il canile. Tuttavia, il nostro impegno va oltre: presto Ardea avrà il suo canile e per questo i fondi necessari alla sua realizzazione sono già stati previsti nel Bilancio».

Ultimi articoli

Avvisi 7 Ottobre 2022

Delegazione Anagrafe in via Campo di Carne – Avviso agli utenti

Si informa la cittadinanza che presso la delegazione di via Campo di carne, in linea con quanto stabilito dal Decreto “Semplificazione”, a partire dal 17 ottobre 2022 il pagamento per le operazioni anagrafiche – carta d’identità, atti sostitutivi di notorietà, autentica di foto, firma e documenti – è possibile esclusivamente tramite pos (bancomat, carte di debito o credito, postepay etc.

Avvisi 5 Ottobre 2022

Albo dei Presidenti di Seggio Elettorale – Aggiornamento anno 2022

Il Sindaco, visto l’art. 1 della legge 21 marzo 1990, n.

InformaComune 3 Ottobre 2022

Misure di contrasto alla cocciniglia Toumeyella parvicornis (cocciniglia del pino)

Decreto ministeriale 3 giugno 2021 “Misure fitosanitarie di emergenza ai fini del contrasto dell’organismo nocivo Toumeyella parvicornis (Cockerell) (Cocciniglia tartaruga)”.

Comunicati stampa 3 Ottobre 2022

Raccolta differenziata: la sensibilizzazione inizia nelle scuole

Iniziare dai bambini per coinvolgere tutte le famiglie ed effettuare una buona raccolta differenziata dei rifiuti.

torna all'inizio del contenuto